• Laura Pirotta

Fame nervosa: 3 rimedi per fermarla

Sei uno di quelli che, quando è stressato, sente il bisogno impellente di mangiare “schifezze”? I cibi spazzatura e i fast food sono il tuo rifugio quando sei arrabbiato, triste o in ansia per una situazione? Quando torni a casa dal lavoro o di sera, poco prima di andare a letto, ti strafoghi di merendine, patatine e qualsiasi altra cosa che di non salutare ci sia al mondo? Non ti preoccupare! Sei in ottima compagnia!


Moltissime persone sfogano le proprie frustrazioni e dolori attraverso il cibo.

L’alimentazione, insieme alla respirazione, rappresenta un altro bisogno vitale per il nostro organismo.

Spesso, il nostro comportamento alimentare viene influenzato dai nostri stati d’animo e dalle emozioni che proviamo.

Non ti dico di rinunciare a questi momenti di debolezza. Anche a me capitano. Anche a me succede di avere giornate talmente storte da avere voglia di addolcirmi con una bella barretta di cioccolato o con un buon hamburger. Non sono qui per farti vivere una vita di restrizioni perché anche quella sarebbe stressante. Certo è che, come in tutte le cose non salutari, è importante che siano delle eccezioni. Ognuno di noi deve farsi un esame di coscienza ed essere consapevole delle proprie abitudini.


Se questo tuo impulso irrefrenabile per il cibo spazzatura o per gli zuccheri è un caso isolato che avviene poche volte l’anno, allora è un comportamento accettabile perché è un’eccezione. Se, invece, ogni settimana o addirittura ogni giorno, hai questi comportamenti impulsivi verso il cibo, allora è bene dare una frenata e trovare un comportamento sostitutivo che sia più salutare e realmente antistress.


Qui di seguito ti propongo alcuni consigli utili per fermare quella voglia irrefrenabile e ingiustificata di cibo:

1. METTI UN POST-IT MOTIVANTE sul frigo o sulla credenza dove tieni merendine, dolci e patatine. Un post-it con una frase incoraggiante e motivante ti aiuterà a bloccare l’istinto irrefrenabile di mangiare schifezze. Puoi anche optare per una tua fotografia di quando eri in splendida forma (magari in costume) così da ricordarti di quanto sprizzavi gioia e benessere da tutti i pori oppure segna su un post-it i kg che vuoi perdere e mettilo sul frigorifero in modo da ricordarti sempre il tuo obiettivo. Di volta in volta, aggiorna il post-it con i traguardi raggiunti.

2. FAI ALTRO: distrarsi è la strategia migliore per evitare di cadere nel tunnel della fame nervosa. Trova attività che ti possono distrarre, come uscire a fare una passeggiata, andare in palestra, guardare un film, leggere un libro o cucinare. Meglio ancora se l’attività sostitutiva sia un’attività che ti piace fare e che non ti faccia sentire la mancanza del cibo. Se, per esempio, andare in palestra ti fa star bene e non ti pesa, allora opta per sostituire la tua “coccola” dalla fame nervosa con l’esercizio fisico.

3. BEVI UN BEL BICCHIERONE D’ACQUA: questo è il classico consiglio della nonna ma funziona! Quando hai un attacco di fame nervosa bevi uno o più bicchieri di acqua per riempire lo stomaco e fare in modo che il tuo organismo senta un senso di sazietà. So che bere acqua e mangiare una sfilza di caramelle gommose non sono la stessa cosa ma, sicuramente, questo espediente aiuta nel momento in cui la tua lucidità è annebbiata dalla fame nervosa e ti è difficile razionalizzare qualsiasi cosa, persino il decidere di fare un’attività sostitutiva. Prendi tempo per ritornare lucido: bevi!


Vuoi scoprire altri rimedi per gestire in modo efficace lo stress migliorando così il tuo benessere psicofisico?


Li trovi nel mio libro "Come combattere lo stress" (Flaccovio Editore), disponibile in tutte le librerie fisiche e online.

26 visualizzazioni

CONTATTI

  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Youtube
  • Instagram
  • Pinterest

© 2020 by Laura Pirotta - P.IVA: 10968320969 All Rights Reserved.