• Laura Pirotta

La cromoterapia: la psicologia dei colori per il tuo benessere psicofisico!

La cromoterapia si basa sull’idea che uno stato di disagio psicofisico è associato ad una sbilanciata vibrazione energetica nell’individuo. La scienza e la medicina tradizionale forniscono le proprie spiegazioni a tale riguardo che sono prettamente connesse con la modalità di funzionamento della luce stessa. Tali spiegazioni sono strettamente basate su come il nostro organismo reagisce alla luce e ignorano, invece, il campo energetico bioelettrico. Il nostro corpo è composto da elementi chimici costituiti da uno specifico equilibrio di onde colorate e di vibrazioni.

Un particolare stato di disagio fisico provoca uno sbilanciamento dei colori e, di conseguenza, un disequilibrio chimico.

È, quindi, evidente che la medicina dei colori non è soltanto utile per guarire le frequenze disadattive del corpo, ma può anche introdurre elementi chimici e vibrazioni non tossiche che possono far bene al nostro organismo.


Queste teorie si basano sul concetto di base che c’è un range abbastanza ampio di colori dove, alle estremità, ci sono, da una parte, il bianco e, dall’altra parte, il nero. Il bianco ha la proprietà di riflettere la luce mentre il nero ha la proprietà inversa, ossia di assorbire la luce. Proprio per questo processo di assorbimento o riflessione della luce, ci sono dei colori che sono ritenuti più caldi di altri. I raggi cromatici possono essere suddivisi in: colori caldi, neutri e freddi.

I colori caldi sono il rosso, l’arancione e il giallo.

Il colore neutro è il verde.

I colori freddi sono il blu, l’indaco e il violetto.

Vediamoli più nel dettaglio.


ROSSO

Il rosso è un colore primario ed è spesso associato al fuoco. Come è facile intuire, è un colore altamente stimolante e, quando usato, attiva tutti i cinque sensi, il sistema nervoso e il fegato, oltre a stimolare la generazione di piastrine ed emoglobina. Il rosso, infatti, ringiovanisce il corpo umano purificando il sangue ma deve essere utilizzato con estrema cautela perché tende ad attivare processi infiammatori e alcune condizioni fisiche ed emotive disadattive. Deve, infatti, essere utilizzato a seconda dello stato psicofisico della persona perché può iperstimolare un organismo già sottoposto a stress.

ARANCIONE

L’arancione è il colore che si trova nello spettro visivo vicino al rosso ed è il risultato della combinazione di giallo e rosso. L’arancione è un energizzante dei polmoni e dello stomaco. Aumenta le pulsazioni cardiache mantenendo inalterata la pressione arteriosa. Questo colore è anche uno stimolante della tiroide e della crescita delle ossa. L’arancione produce un’energia vitale potentissima che irradia, in buona sostanza, tutto il nostro corpo. Infatti, questo colore, ha l’importante funzione di sbloccare l’energia intrappolata o in eccesso attraverso manifestazioni fisiche come crampi, congestioni e flatulenza.

GIALLO

Il giallo è il terzo colore caldo ed è uno stimolante dei cinque sensi e del sistema nervoso motorio. Infatti, questo colore tonifica i muscoli e attiva le ghiandole linfatiche. Inoltre, migliora l’apparato gastrointestinale stimolando l’attività digestiva, intestinale e pancreatica. È considerato un vero e proprio pulitore del nostro organismo grazie a tre importanti funzioni:

1. Rimuove tossine e parassiti dal tratto digestivo

2. Pulisce la pelle del viso da imperfezioni grazie alla stimolazione del sistema linfatico

3. Purifica il flusso sanguigno

Il giallo è considerato il colore della mente e dell’intelletto e può migliorare lo stato emotivo caratterizzato da bassa motivazione ed energia, tipico di stati depressivi, di apatia e scoraggiamento.

VERDE

Se non si sa quale colore utilizzare in una data occasione o evento, allora è meglio usare il colore neutro per eccellenza: il verde. Questo colore ha l’importante capacità di bilanciare le attività del nostro organismo in modo da non stimolare troppa energia, come fanno i colori caldi, né, al contrario di calmare troppo l’organismo, come fanno i colori freddi. Il verde è proprio al centro dello spettro visivo e riesce ad equilibrare l’attività cerebrale e a stimolare la ghiandola pituitaria in modo che essa riesca a controllare le altre ghiandole del corpo. Se si pensa al verde, la prima cosa che ci viene in mente è sicuramente la natura e la vegetazione proprio perché, la maggior parte della vegetazione sul nostro pianeta, è di questo colore. Il verde veicola, infatti, un sentimento generativo tipico delle piante, che crescono, fanno fiori, frutti e si rinnovano di stagione in stagione. Questa capacità di rinnovamento continuo, associata al colore verde, avviene anche nel nostro corpo con un importante aiuto ad equilibrare l’organismo anche di fronte a disturbi acuti o, addirittura, cronici. Molti di questi disturbi possono essere risolti o migliorati utilizzando il verde da solo come antisettico, germicida e disinfettante. Il verde è, infatti, il colore utilizzato in caso di raffreddore o di stati infiammatori di vario genere. Combinato con il turchese, è, inoltre, un importante aiuto per la muscolatura e i tessuti del nostro corpo.

BLU

Il blu aiuta l’eliminazione di tossine ed è un importante aiuto contro dolori, irritazioni e insonnia. Viene utilizzato, come il verde, per curare febbre e infiammazioni. Simbolicamente il blu è il colore dello spirito.

VIOLETTO

Il violetto è il colore con la più corta lunghezza d’onda e possiede la grande capacità di diminuire la rabbia calmando i processi metabolici del nostro organismo. Riesce, infatti, a rilassare i muscoli, compreso il cuore e ha proprietà antibiotiche perché stimola la produzione di leucociti che distruggono i batteri nocivi. Il violetto calma le ghiandole linfatiche e purifica il sangue. Il violetto calma i nervi ed è un fondamentale coadiuvante per la meditazione e per il sonno. Infine, può essere di aiuto per il dolore insieme all’indaco.

VIOLA

Il colore viola, invece, calma le emozioni e, a livello fisico, diminuisce l’attività delle arterie stimolando, invece, quella venosa. E’ per questo motivo che il viola è un importante aiutante contro il mal di testa e i dolori connessi con la pressione sanguigna proprio perché la diminuisce e induce il sonno. Per questa sua capacità calmante e sedativa, il viola riduce l’attività sessuale e il battito cardiaco. E’ utile anche per i dolori mestruali.

Vuoi scoprire altri rimedi per gestire in modo efficace lo stress migliorando così il tuo benessere psicofisico?

Li trovi nel mio libro "Come combattere lo stress" (Flaccovio Editore), disponibile in tutte le librerie fisiche e online.

144 visualizzazioni

CONTATTI

  • Facebook Icona sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Youtube
  • Instagram
  • Pinterest

© 2020 by Laura Pirotta - P.IVA: 10968320969 All Rights Reserved.