• Laura Pirotta

Problemi della pelle: significato psicosomatico

La dermatite è un processo infiammatorio della pelle che consegue ad un vasto gruppo di malattie cutanee. Talora sono responsabili agenti fisici come il caldo (ustioni), il freddo (geloni), le radiazioni solari (eritema solare), batteri, virus e funghi (candidosi). Può avere una causa allergica e manifestarsi spontaneamente a seguito dell’esposizione della pelle a una particolare sostanza (dermatite da contatto).

Esistono due forme più frequenti di dermatite:

· Dermatite atopica: eruzioni, essudato e croste. È frequente nei bambini con allergie.

Secondo una lettura psicosomatica, questa tipologia di dermatite è l’espressione di una difesa da parte del bambino, verso un mondo che percepisce come pericoloso per via della sua artificialità innaturale (giochi di materiali sintetici, cibi non genuini e aria inquinata), correlato a uno stile di vita frenetico dei genitori.

· Dermatite seborroica: squame sul cuoio capelluto, sul volto e sulla schiena. È frequente negli adulti soggetti a forte stress. In questo caso la psicosomatica suggerisce un conflitto con l’ambiente esterno, causato dalla discrepanza tra richieste e risultati prodotti. Si manifesta principalmente sulla testa, il luogo dei pensieri, perché le persone soggette a questa dermatite si “spremono” per raggiungere obiettivi professionali sfrenati.


Se la pelle venisse intesa come una carta geografica che rispecchia il nostro stato di salute, le dermatiti rappresenterebbero le zone nelle quali sta avvenendo un conflitto: le energie (come creatività, sessualità, intimità, socialità, etc.) vorrebbero emergere ma emozioni come paure, fobie, sensi di colpa, nevrosi, timidezza e senso di inadeguatezza le bloccano. Il corpo allora permette a tali energie di sfogare la propria quota energetica e di mostrarla in modo simbolico: in questi punti le energie affiorano ma testimoniano anche il conflitto psichico tra voler uscire ed essere trattenute.


L’eczema è una malattia della pelle di natura infiammatoria; si manifesta con arrossamento cutaneo, desquamazione e piccole vescicole. Caratteristico è il prurito che porta a grattarsi fino alla rottura delle vescicole e alla formazione di crosticine. Di solito, l’eczema è indotto da fattori esterni (eczema allergico o da contatto), scatenato dal contatto della pelle con particolari sostanze ma le cause posso essere anche determinate da fattori psicologici come stress.


Altri disturbi psicosomatici:

Rossore: espressione di emozioni di timidezza, collera e vergogna. Se si formano placche di lunga durata, possono significare che l'integrità è stata violata ed è difficile mantenere un rapporto armonico con chi ci è vicino.

Pruriti cutanei: espressione di ansia ma anche impazienza. Quando il prurito porta a grattarsi in modo ostinato, la causa è associata all’esasperazione rispetto a una situazione o a una persona. In base a dove insorge ci si può porre delle auto-domande per indagarne la causa:

- testa: sono frustrato perché ho troppi pensieri nella testa?

- seno: sono impaziente nei confronti della mia famiglia?

- braccia: sono smanioso per il ritmo di quello che faccio o per le cose che ho da fare?

- dita: mi interessano i piccoli dettagli perché voglio raggiungere la perfezione?

- glutei: ho fretta di alzarmi e fare altre cose?

- anale: ho paura che una cosa o una persona cara mi sia portata via? Ho l’impressione d’essere stato separato da una parte di me?

- piedi: ho l’impressione di perdere tempo?


L’eczema classico riguarda una difficoltà rispetto ad esprimere un fuoco creativo dentro di noi, inteso non solo in senso artistico ma soprattutto come possibilità di far emergere il proprio talento. Spesso la persona che ne soffre “arde di interesse” per qualcosa o qualcuno, ma teme che l’approfondimento di questo implicherebbe un cambiamento troppo arduo da affrontare.

Tale disturbo può anche essere connesso ad emozioni che riguardano la perdita di contatto con una persona casa.

In base alla zona si può distingue:

- Eczema alle mani: riguarda una separazione dalle persone con cui si vorrebbe stare a causa del lavoro, oppure riguarda l’impressione di non essere dove si vorrebbe essere

- Eczema ai piedi: si manifesta se ci si sente ostacolati nel restare con una persona che si ama

- Eczema ai peli pubici: rappresenta il dilemma tra desiderio d’essere visto dal partner sessuale e nascondere la propria sessualità

- Eczema diffuso sul corpo, in parte o totalmente: insorge se ci si sente tagliati fuori, respinti o completamente abbandonati da qualcuno che rappresentava una fonte di affetto (Ho provato un forte dolore a seguito di una separazione? Ho subito una perdita di una persona cara? Ho forse paura di essere separato da una persona a cui tengo molto, di perderla o di restare solo?)


Sono più soggette persone che trattengono le proprie emozioni anche in contesti protetti in cui potrebbero lasciarsi andare. Sono persone di talento e appassionate, ma insicure delle proprie capacità e timorose di essere giudicate da altri, per questo sono più influenzate da persone potenti. Sebbene sappiano di avere le giuste capacità e competenze, non riescono a manifestarle e usarle al meglio. Di solito sono anche persone che sono timide e sensibili per natura, poco propense a parlare delle cose importanti di sé.


Se soffri di dermatite, non dimenticare di preoccuparti anche delle emozioni e del tuo benessere psicologico, tenendo in considerazione l’eventualità di effettuare un percorso psicologico per meglio gestire la problematica e accelerarne il processo di guarigione.


Per prenotare una seduta con la Dott.ssa Pirotta o con un altro professionista della sua equipe clicca qui sotto:









142 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti